Contro le difficoltà burocratiche, utilizziamo la FatturaPA

Ogni professionista, suo malgrado, deve affrontare le difficoltà della burocrazia. Tuttavia, ogni tanto, anche in campo fiscale, qualche buona notizia appare sorgere all’orizzonte. Una di queste, è la possibilità di utilizzare la FatturaPA. Di fatti, come è stato stabilito dalla finanziaria 2008, si potrà procedere alla fatturazione in forma elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione.
In pratica, chiunque si trova a dover emettere una fattura verso la pubblica amministrazione dovrà farlo, in maniera esclusiva, attraverso l’emissione di una fatturazione elettronica.

Cosa si intendente per FatturaPA

Tra i più farraginosi e complessi sistemi fiscali troviamo quello italiano, il quale, tuttavia, si è trovato costretto, in un quadro strategico sviluppato dalla Commissione europea, ad introdurre la FatturaPA nei confronti delle pubbliche amministrazioni, come disposizione normativa. Fondamentalmente, il tutto si sviluppa su quattro sostanziali priorità.

La prima, è il garantire un quadro giuridico maggiormente coerente; la seconda è una partecipazione massima tanto delle piccole quanto delle medie imprese. Come terza priorità, troviamo la promozione di una diffusione più ampia tra i vari partner commerciali, mentre, come quarta priorità vi è quella che tecnicamente è chiamata interoperabilità semantica, ossia uno standard di fatturazione comune.

Tra le sue caratteristiche, invece, vi è il suo contenuto, rappresentato da un file XML che rispetta il formato della fattura elettronica, l’integrità e la sua autenticità, fatto garantito dalla firma elettronica. In ultimo, la presenza di un univoco codice identificativo, il quale vincola la sua trasmissione. In conclusione, è da ricordare che la fattura elettronica è utile anche per monitorare lo stato generale della finanza pubblica sia in termini di pagamenti effettuati e sia in termini di debiti insoluti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *