Lampade da parte o Applique, come usarli al meglio

Gli Applique, o lampade da parete, sono elementi illuminotecnici estremamente versatili e molto comodi da utilizzare per l’arredo della nostra casa.  Possiamo descriverli semplicemente come delle lampade a faretto fisse o direzionabili a seconda delle nostre esigenze. Sono estremamente leggeri e semplici da montare e sono declinabili in centinaia di stili diversi e questa loro versatilità li ha fatti diventare i must have dell’illuminazione domestica.

I vantaggi delle lampade da parete

Il primo tra tutti è la dimensione variabile: ne esistono di verse forme e misure e possiamo utilizzarle anche in caso di angoli angusti e spazi ristretti, risparmiando centimetri sul pavimento altrimenti occupato da delle piantane. Possiamo addirittura posizionarli in mezzo ai dei mobili alti per aumentare l’atmosfera di una stanza o sopra la testiera del letto.

Un altro enorme vantaggio la possibilità di orientamento delle lampade da parete munite di braccetto. In questo caso infatti potremo direzionare la luce a seconda delle nostre esigenze, in modo che supportino l’illuminazione a soffitto o che vadano a indicare un oggetto di decoro particolare, non solo illuminando quindi, ma anche dirigendo lo sguardo degli astanti.

È inoltre un ottima soluzione per ambienti piccoli quali monolocali o stanze ristrette come i bagno di servizio, soprattutto se non vogliamo rinunciare ad un’illuminazione di design.

Il vantaggio più grande delle lampade da parete è quindi l’enorme flessibilità che permettono sia in base alle necessità che agli ambienti, adattandosi a ogni spazio e garantendo comunque un’ottima resa estetica.

Post simili: