Partita IVA e società in Slovenia, tutto quello che c’è da sapere

Partita iva Slovenia

La credibilità passa anche attraverso questi dettagli: bisogna indicare con precisione da chi verrà comprata la merce, dove e a chi la si rivenderà, come s’importerà la merce, come verrà trasportata, chi è proprietario dei mezzi di trasporto e via dicendo. Se invece la partita IVA è richiesta per una fornitura di servizi bisognerà specificare presso quale organizzazione, quali saranno gli utenti, specificare fornitori, partner ed eventuali vettori.

Quali vantaggi più garantirci aprire un’attività in Slovenia

Ottenere la partita iva Slovenia è il primo passaggio per poter aprire un’attività in un paese, ma perché farlo in Slovenia? Innanzitutto per una questione fiscale: la tassazione sul reddito è solo del 20%, ma aprire un’attività in Slovenia e lavorare in Italia può essere utile anche per altre ragioni.

L’età media della Slovenia è notevolmente più bassa dell’Italia e si traduce in uno stato giovane e dinamico, sempre pronto a proporre incentivi fiscali per tutti coloro che vogliono aprire un’azienda. È entrata abbastanza da poco nell’Unione Europea, ma negli ultimi 15 anni ha segnato dei notevoli progressi da un punto di vista economico: si è sviluppato un notevole interesse e gli accordi fiscali tra i paesi sono molto vantaggiosi.

Partita iva Slovenia

Tra l’Italia e la Slovenia, ad esempio, è in vigore il World Wide Transaction ovvero un principio per cui il reddito viene tassato lì dove è prodotto. La gestione della contabilità in Slovenia inoltre è molto più snella

Post simili: