Cronaca

Sanremo, dopo le polemiche ora la Rai rischia una class action 

sanremo class action frasi amadeus junior cally


Anna Stella / AGF

Amadeus, Festival Sanremo

Le polemiche sul Festival di Sanremo si tirano dietro anche il rischio di una class action contro la Rai per le frasi di Amadeus in conferenza stampa e per la partecipazione del rapper Junior Cally. A quanto apprende l’AGI è stato affidato dalla Rete per la Parità il mandato all’avvocata Antonella Anselmo di avviare l’atto di diffida propedeutico alla class action, che verrebbe attivata nel caso di inadempienze a quanto previsto dal contratto di servizio, dalla concessione e dalla normativa.

C’è infatti divieto di discriminazioni, di incitazioni alla violenza e all’odio, di messaggi lesivi …

È morta la neonata trovata con segni di lesioni a Roma

morta neonata picchiata da madre roma vitinia

Paolo Manzo / NurPhoto

Carabinieri

È morta poco fa in ospedale la neonata partorita sabato in casa a Vitinia, alla periferia sud-ovest di Roma, e trovata con gravi ferite alla testa ed ecchimosi in altre parti del corpo. Sul caso la procura di Roma adesso procede per il reato di omicidio, dopo aver in precedenza fermato la madre per tentato omicidio. 

“Non sapevo di essere incinta. Mia figlia è caduta per terra”, si è difesa la donna, una cittadina italiana trentenne di origini svedesi. La neonata è stata trovata dai carabinieri avvolta in un asciugamano: aveva ancora il cordone ombelicale attaccato alla placenta.…

Un ultrà lucano è stato ucciso in uno scontro tra tifoserie

tifosi morti vultur rionero melfi a tolve

Vultur Rionero / Facebook

La tribuna del Vultur Rionero

Un’antica rivalità tra le tifoserie di due squadre che militano nel campionato lucano di Eccellenza. Ci sarebbe questo all’origine dell’incidente avvenuto a Vaglio di Basilicata, a pochi chilometri da Potenza, nei pressi della stazione ferroviaria, dove due uomini, ultrà del Rionero in Vulture (Potenza), sono stati investiti da un’auto il cui conducente si è poi dato alla fuga. Uno dei due, un operaio trentanovenne, Fabio Tucciariello, è morto sul colpo, l’altro è stato trasferito da “Basilicata soccorso”, in eliambulanza, all’ospedale “San Carlo” di Potenza.

Un altro tifoso è stato sottoposto ad un intervento …

Un uomo è stato travolto e ucciso da un’auto sulla statale 106 a Bova Marina

 bova marina investito auto

Minichiello / AGF 

Ambulanza

Salvatore Orlando, cinquantenne, ex consigliere comunale, è morto investito da un’automobile mentre attraversava a piedi sulla strada statale 106 all’altezza di Bova Marina, in provincia di Reggio Calabria. E’ accaduto intorno alle 18:30, poco prima dell’ingresso del paese, in una zona con scarse condizioni di visibilità.

Secondi i primi rilievi, l’uomo era uscito da un negozio e stava attraversando la strada a piedi quando è stato travolto da un’automobile Lancia Y condotta da una donna che si è fermata a prestare soccorso. Inutile l’intervento dei sanitari del 118 che hanno constatato il decesso e hanno dovuto prestare cure alla donna, in …

Il Klimt ritrovato a Piacenza è autentico. Ma come era sparito?

quadro klimt ritrovato piacenza furto

Il quadro di Klimt ritrovato il mese scorso a Piacenza è autentico. Rimane invece senza soluzione il mistero della sparizione del dipinto, avvenuta nel febbraio 1997, e della sua permanenza per oltre 22 anni nell’alveo del muro perimetrale della galleria Ricci Oddi. Un enigma su cui neanche gli ulteriori accertamenti a cui verrà sottoposto il quadro sembrano poter far luce.

L’autenticità del ‘Ritratto di Signora’ di Gustav Klimt, dipinto che risale al 1916-17, è stata certificata dal lavoro dei tre esperti nominati dal tribunale, nell’indagine coordinata dal sostituto procuratore Ornella Chicca, dopo il suo ritrovamento casuale, il 10 dicembre scorso, da parte di …

Perché il quesito del referendum è “eccessivamente manipolativo”

cosa significa quesito manipolativo referendum legge elettorale


Alessandro Serranò / AGF

Cesare Mirabelli

“Una sentenza corretta, ovviamente, e tecnica. Non è una sentenza politica”. Cosi’ all’AGI il presidente emerito della Corte Costituzionale, Cesare Mirabelli, commenta la decisione della Consulta che ha definito inammissibile il referendum sulla legge elettorale perché il quesito è ‘eccessivamente manipolativo’.

“Perché lo è? In questo caso l’eccessiva manipolatività – spiega – non riguarda il quesito referendario relativo alla legge elettorale ma la parte del quesito relativo a un’altra legge dello scorso anno che attribuisce al governo una delega per ridefinire i collegi elettorali. Perché le Regioni promotrici hanno investito anche questa legge? Che cosa significa? …

Allarme bomba nella sede di Repubblica

Allarme bomba Repubblica

Mimmo Frassineti / AGF

Notizia aggiornata alle 20.09

Allarme bomba nella sede del quotidiano “La Repubblica” su via Cristoforo Colombo, nella Capitale. Secondo quanto si apprende, sarebbe arrivata una segnalazione anonima. Sul posto le forze dell’ordine. 

Da quanto si apprende, ha dato esito negativo la bonifica degli Artificieri di carabinieri e polizia nella sede del quotidiano “La Repubblica”, su via Cristoforo Colombo, nella Capitale. Lo stabile, che ospita anche la sede romana de La Stampa. Al termine dei controlli i giornalisti sono rientrati all’interno del palazzo.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it

L’uso del cellulare provoca il cancro al cervello? 

cellulare cancro cervello 

Arriva dalla Corte d’appello di Torino la conferma che l’uso scorretto e prolungato del telefono cellulare può provocare l’insorgenza di tumori cerebrali. Lo comunicano gli avvocati Stefano Bertone e Renato Ambrosio dello studio Ambrosio e Commodo, che hanno seguito il caso di Roberto Romeo, l’uomo che aveva trascinato l’Inail davanti al tribunale di Ivrea, deducendo la natura professionale del neurinoma acustico destro di cui e’ affetto.

La sentenza, nel 2017, aveva dato esito favorevole al lavoratore. Ora la conferma dalla Corte d’appello di Torino: “Il neurinoma acustico è stato causato da uso lavorativo del cellulare”. “Il caso Romeo …

Omicidio-suicidio con la balestra nel Torinese

omicidio suicidio balestra

Omicidio-suicidio, questa sera, ad Avigliana, in Valle di Susa, in provincia di Torino. Marito e moglie sono stati ritrovati morti dai carabinieri nella loro abitazione. Si tratta di un 54enne italiano, incensurato e in cura al centro igiene mentale e della moglie 48enne italiana.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo avrebbe colpito al capo la donna con un badile e poi le avrebbe sparato una freccia con una balestra di libera detenzione. Al termine, l’uomo si sarebbe suicidato con un’altra freccia in direzione del volto.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it

Morti due escursionisti sulle Alpi Apuane

alpi apuane morti escursionisti

Jonatha Borzicchi/AGF

Alpi Apuane

Due escursionisti, un ragazzo e una ragazza, sono morti sulle Alpi Apuane, precipitando da una parete del monte Sella. La zona della tragedia non è lontana da Resceto, comune in provincia di Massa Carrara, un’area che sta al confine tra quest’ultima provincia e quella di Lucca. Come si legge sul sito della Nazione, i due ragazzi sono morti dopo essere precipitati da una parete che guarda il rifugio Nello Conti. Proprio da qui sarebbero partite le richieste di soccorso.

Sul posto i gli uomini del soccorso alpino e l’elisoccorso Pegaso 3 decollato dal Cinquale che hanno potuto …