Cronaca

Boris Johnson ricoverato. In Italia calano i ricoveri, “Pensiamo alla fase 2”

Il premier britannico Boris Johnson ha trascorso la notte in un ospedale del centro di Londra: è stato ricoverato domenica per essere sottoposto a esami ed essere seguito più attentamente perché i suoi sintomi di coronavirus continuano. Downing Street insiste sul fatto che rimane “responsabile del governo”.

Bojo, che era in isolamento in una zona separata di Downing Street dopo che una decina di giorni fa era risultato positivo al test, ha ancora una temperatura elevata e quindi i suoi medici hanno deciso che dovesse essere portato in un ospedale, di cui non è stato resto noto il nome (ma potrebbe esere il St Thomas a Westminster).

Intanto è salito a 128.948 il numero totale dei …

In Lombardia la mascherina diventa obbligatoria. Meno malati in terapia intensiva

Sale a 124.632 il numero totale dei casi di coronavirus in Italia, 4.805 più di ieri, quindi trend di nuovo in lieve aumento visto che il giorno prima l’incremento era stato di 4.585 unità.

Calano invece i decessi giornalieri, 681 oggi contro i 766 di ieri. Sono 1.238 i guariti in un giorno (ieri 1.480). Per la prima volta, il totale delle terapie intensive occupate è minore di quello di ieri: 3.994 oggi, 4.068 24 ore fa, 74 posti occupati in meno.

Mentre i ricoveri ordinari salgono di 269 unità, portando il totale a 29.010. In isolamento domiciliare sono 55.270. …

La carica dei 26 mila del gruppo Facebook. “I nostri cari uccisi, chiediamo giustizia”

C’è una gigantesca piazza virtuale su Facebook che contra 26mila abitanti, ma il numero è in costante ascesa. raccolti attorno alla promessa ‘Noi denunceremo’. Questo è il nome del gruppo in cui vengono raccontate, spesso dai parenti, storie di morte, dolore e presunti casi di malasanità o indifferenza delle istituzioni o delle autorità sanitarie ai danni di chi  si è ammalato di coronavirus. “Nasciamo – scrivono gli amministratori – per un bisogno di giustizia e di verità per dare pace ai nostri morti che non hanno nemmeno potuto avere una degna sepoltura. Quando tutto sarà finito chi ha sbagliato e …

Quanto e come ci muoviamo in “quarantena”? Adesso ce lo dirà Google

Quando cerchiamo un ristorante, Google ci dice anche quanto è affollato e quanto si prevede che lo sia nelle prossime ore. Come fa? Semplice (per Google): individua gli utenti (o, meglio, i loro smartphone) e utilizza i dati in modo aggregati e anonimo. È il principio che consente a Maps di indicare in rosso le aree più trafficate e, se necessario, di ricalcolare il percorso.

Adesso Big G sta utilizzando la stessa tecnologia per capire quanto e come ci stiamo muovendo durante l’epidemia di coronavirus. Le informazioni estratte saranno contenute nel “Report sulla mobilità delle comunità …

 Conte: “Se allentassimo le misure gli sforzi sarebbero vani”.

Continuano a calare morti e ricoverati per coronavirus in Italia, mentre il premier Giuseppe Conte annuncia la proroga fino al 13 aprile delle misure restrittive, sottolineando come non sia al momento possibile ipotizzare una data di inizio per l’allentamento delle misure.

Sale a 110.574 il numero di casi totali di coronavirus in Italia, con un aumento di 4.782 unità rispetto a ieri, cioé un’impennata rispetto ai 4053 che si riferivano a lunedì su martedì e che quindi interrompe il trend in discesa che si era registrato a inizio settimana.

Nel contempo è importante però la conferma nel rallentamento nei nuovi ricoveri, soprattutto in …

Per Rezza la previsione di zero contagi a maggio è “troppo ottimistica”

Contagio zero entro i primi di maggio? Mi sembra troppo ottimistico”. Lo afferma ai microfoni dei “Lunatici” su Rai Radio 2 Giovanni Rezza, direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità. “Questa ipotesi – spiega – è il risultato di un modello che per quanto possa essere serio non so se tiene conto del fatto che il virus potrebbe continuare a circolare nei nostri paesi con focolai epidemici che scoppierebbero di volta in volta. Sarebbe bello arrivare a casi zero, ma non credo che questo sia uno scenario plausibile”. 

Sul motivo della letalità maggiore del Coronavirus in Italia e …

Da Trump 100 milioni all’Italia in aiuti sanitari. Conte: “Grato per il sostegno”

Gli Stati Uniti invieranno apparecchiature e strumenti per un valore complessivo di 100 milioni di dollari. Il presidente americanolo ha annunciato durante la conferenza stampa raccontando come “Giuseppe era molto contento”. Il premier italiano aveva ringraziato l’inquilino della Casa Bianca su Twitter: “Insieme a Donald per vincere la sfida contro il virus”. Intanto il ministro D’Incà annuncia un nuovo decreto da 25 miliardi prima del 16 aprile.

Superata la soglia psicologica dei 100 mila casi di coronavirus in Italia, secondo Paese dopo gli Stati Uniti. Il bollettino di oggi della protezione civile indica 101.739 casi totali, con un aumento di 4.050 casi …

Il coronavirus ha ucciso 50 medici. In Italia quasi 100 mila casi

Sono 97.689 i casi totali di coronavirus in Italia, un aumento di 5.217 unità rispetto a ieri: un discreto calo nella crescita, visto che ieri l’aumento era stato di 5.974.

Tra questi 8.358 sono operatori sanitari, secondo il dato aggiornato fornito dall’Istituto Superiore di Sanità, cui si aggiunge l’elenco delle vittime tra i medici stilato quotidianamente dalla Fnomceo, la federazione degli ordini dei medici, che fissa il totale a 50. 

Nel dettaglio, sono 73.880 gli attuali positivi (+3.815 contro il +3.651 di ieri, ma il dato era condizionato dall’aumento record dei guariti che vanno a sottrarsi dagli attualmente positivi), 13.030 i guariti (+646 contro appunto …

Incendio al Palazzo di Giustizia di Milano

Un incendio è in corso al Palazzo di Giustizia di Milano. Le fiamme sono partite dal settimo piano dell’edificio intorno alle 5:25. Sul posto al momento ci sono due automezzi dei pompieri e diverse pattuglie di polizia locale e carabinieri per controllare gli accessi ai quattro lati del palazzo. È presente anche il funzionario di turno. Non risultano feriti. 

L’esperimento nella ‘zona rossa’ di Medicina per combattere il virus 

“Siamo convinti del fatto che bisogna partire prima, che bisogna uscire dalle trincee e combattere la battaglia per le strade. Quindi occorre andare a stanare i pazienti che sono a casa con la febbre per evitare che stiano giorni e giorni a maturare l’insufficienza respiratoria”. Con queste parole il direttore delle Malattie infettive del policlinico S.Orsola di Bologna, Pierluigi Viale, descrive il progetto sperimentale anti-coronavirus al via da questo pomeriggio a Medicina, Comune del Bolognese ‘cinturato’ da dieci giorni perché diventato zona rossa dopo una crescita anomala di contagi.

Il ‘modello’ sperimentale, in sintesi, prevede di individuare casa …