La rivoluzione del make up

Makeup Revolution

Non prendiamoci in giro: orai ci sono più beauty expert di quante ci saremo mai aspettati. E per fortuna si tratta di una conoscenza condivisa, soprattutto tramite i social network, alla quale possiamo attingere tutti. In particolar modo, all’interno di quest’ambito, la cosmesi in generale ed il make up in particolare, hanno creato, testato e migliorato prodotti di altissima qualità.

Inutile precisare che in breve tempo siano diventati un must per i consumatori. In questa sede però vogliamo occuparci principalmente di un brand che ci ha colpito morto e che, secondo noi, merita uno sguardo più attento. Parliamo di Makeup Revolution.

Makeup Revolution: un brand che vale la pena conoscere.

Makeup Revolution è un’azienda nata nel 2014 con l’obiettivo di “democratizzare la bellezza”. E già a questa dichiarazione di intenti, ci siamo innamorati. Ma come hanno intenzione di farlo?

Makeup Revolution

Offrendo prodotti di bellezza convenienti e di alta qualità, il trucco perfetto e accessibile a tutti. Make up Revolution lo spiega benissimo facendo parlare il suo hashtag: “#OpenMinds”: “Il trucco conta, indipendentemente dall’età, dal sesso, dall’etnia o dalla sessualità. #OpenMinds è la chiamata di Makeup Revolution a tutti per celebrare la diversità, abbracciare l’imperfezione, rispettare l’espressione personale e sostenere la bellezza nelle sue molteplici forme e forme “.

Conveniente, di alta qualità, sostenibile e soprattutto accessibile. Sono queste le parole chiave che ci portano a vedere questo brand con un occhio diverso e, soprattutto, a capire come abbia fatto a prendere in maniera così veloce un posto in un mercato saturo e spesso spietato.

Si parte da Makeup Revolution per arrivare ad una beuty line completa e accattivante

È iniziato tutto  con un marchio chiamato Makeup Revolution, che in breve tempo si è trasformato in un brand affermato che ha saputo muoversi sapientemente anche in tutto ciò che gira intorno al trucco. Un esempio? La Revolution Skincare che offre una gamma piuttosto impressionante di sieri, tonici, maschere e altri che contengono ingredienti ottimi che garantiscono la stessa qualità e convenienza che i consumatori Makeup Revolution si aspettano. E lo fa passando un messaggio semplice quanto chiaro: il make up è più bello quando ci si prende cura della nostra pelle.

Makeup Revolution

C’è poi Revolution Pro, che comprende prodotti dedicati agli esperti e poi la I Heart Revolution, il marchio gemello, la linea più giovane e divertente che ha conquistato i giovanissimi con il suo packaging alla moda. Makeup Revolution up si è espanso in settori come capelli, corpo, strumenti professionali e persino accessori: questo brand è davvero sulla buona strada per conquistare il mondo della bellezza. 

Come ha fatto Makeup Revolution a conquistare il pubblico?

Ma in che modo questo marchio, nato di recente nel Regno Unito ha guadagnato un fedele seguito in soli sei anni ed espandendosi oltre i confini britannici? Un pregio enorme sta nella sua abilità di prendere ispirazione da marchi più costosi, rendendoli accessibili tramite un’infrastruttura produttiva che permette di lanciare nuovi prodotti in poche settimane.

Questo significa il che significa che può permettersi il lusso di ascoltare ciò che i suoi consumatori vogliono e di consegnarlo alla velocità della luce. È la definizione stessa di bellezza rapida, e quindi sarà interessante vedere se o come la rivoluzione inserirà la sostenibilità nei suoi piani futuri. E in parte lo ha già fatto.

Makeup Revolution è Cruelty Free?

In breve: si, Makeup Revolution (https://www.pinkpanda.it) è un marchio cruelity free!

Nessuno degli ingredienti, le formulazioni o i prodotti finiti di Makeup Revolution è testato su animali, in qualsiasi parte del mondo. Lo stesso brand è stato molto chiaro in merito, dichiarando che:

  • Makeup Revolution non testa i suoi prodotti o ingredienti sugli animali;
  • Makeup Revolution non assume terze parti per testare i loro prodotti o ingredienti su animali per loro conto(e sappiate che quando si parla di cruelity free, questa è un’evenienza da considerare, sono molti i marchi che barano in proposito);
  • Anche i fornitori di materie prime di Makeup Revolution non effettuano test sugli animali e ricevono ogni anno un modulo di dichiarazione degli animali da cui si afferma che nessun prodotto o materia prima utilizzata nei loro prodotti è stato testato sugli animali;
  • e Makeup Revolution non vende i propri prodotti nei negozi della Cina continentale o di altri paesi che potrebbero richiedere test sugli animali.

Un impegno in termini di qualità e sostenibilità ed accessibilità economica che rende Makeup Revolution un marchio da tenere sotto controllo in attesa di altre strabilianti novità.

Post simili: